Prospettive e stakeholder

Profilo Generico
funzione in un contesto di lavoro:
Principalmente le funzioni che i laureati potranno ricoprire in qualità di esperti formati nelle scienze cognitive riguardano le seguenti aree: la gestione della qualità e della sicurezza nei processi produttivi; l'analisi delle decisioni aziendali e, in particolare, in ambito medico e sanitario; l'analisi del rischio clinico; la progettazione e l'implementazione di progetti di ricerca sia di base sia applicata (project management) che richiedano competenze nell'ambito delle scienze cognitive; la formazione in ambito aziendale; la gestione di team di lavoro interdisciplinari; l'analisi dei processi cognitivi e organizzativi sottostanti agli errori o alle disfunzioni organizzative.

competenze associate alla funzione:
I laureati in Scienze Cognitive e Processi Decisionali sono esperti nell'analisi e nella progettazione di interventi atti a migliorare la qualità e l'appropriatezza delle decisioni e a ridurre il rischio di errore. I laureati acquisiranno, inoltre, conoscenze e competenze che permetteranno loro di perseguire ulteriori obiettivi formativi di alta formazione. (come, per esempio, dottorati di ricerca). Inoltre, acquisiranno la padronanza del linguaggio proprio delle neuroscienze, che può essere efficacemente speso nell'ambito della scienza neuro-cognitiva e, più in generale, delle scienze del comportamento. Grazie all'integrazione fra neuroscienze e le scienze cognitive applicate, i laureati avranno poi la possibilità di apprendere come trasferire le conoscenze acquisite a vari ambiti applicativi, fra cui l'analisi e la gestione dei processi cognitivi, emotivi e creativi, l'analisi delle interazioni uomo-macchina, e la progettazione di percorsi basati sull'uso di strumenti tecnologici evoluti. Infine, i laureati svilupperanno la padronanza di strumenti operativi utilizzabili nel governo del rischio clinico, nella produzione di percorsi di formazione e di miglioramento organizzativo finalizzati a ridurre il rischio di errori e aumentare la resilienza organizzativa; i laureati acquisiranno, inoltre, gli strumenti utili ad interpretare la complessità dei dati sanitari e ad utilizzarli nel pieno rispetto degli aspetti etici, oltre che ad utilizzare la tecnologia come supporto ai processi decisionali che regolano e motivano i comportamenti nell'ambito della salute.

sbocchi occupazionali:
I laureati potranno svolgere tali attività in forma libero-professionale e anche di consulenza presso enti pubblici e privati, in particolare nell'ambito di:
- enti di ricerca privati e pubblici;
- aziende private;
- aziende ospedaliere;
- pubbliche amministrazioni;
- enti di formazione.
Inoltre, i laureati in Scienze Cognitive e Processi Decisionali dispongono di una formazione multi- e interdisciplinare che consente loro sbocchi occupazionali e professionali differenziati.
I laureati potranno applicare competenze avanzate nelle scienze cognitive utilizzando metodologie simulative, osservative e
sperimentali al fine di verificare ipotesi scientifiche partendo dallo studio dei sistemi intelligenti, siano essi naturali o artificiali. Inoltre, lo studio interdisciplinare e l'approccio integrato utilizzato permetterà di trasferire le conoscenze e le competenze apprese ad ambiti più ampi, quale la gestione di sistemi organizzati e lo studio di ambienti complessi.
Il corso di studi fornirà inoltre le competenze necessarie per effettuare attività di ricerca nell'ambito dell'analisi e sviluppo di sistemi legati alle prestazioni cognitive umane e della progettazione avanzata di interfacce e di sistemi ergonomici.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
Specialisti in risorse umane - (2.5.1.3.1)
Specialisti delle relazioni pubbliche, dell'immagine e professioni assimilate - (2.5.1.6.0)
Esperti della progettazione formativa e curricolare - (2.6.5.3.2)

Statistiche occupazionali (Almalaurea)
Milano
Stakeholders

Il corso dialoga con il territorio attraverso consultazione con le organizzazioni professionali, produttive e di servizio - a livello locale, nazionale e internazionale.